STATUTO

STATUTO
dell'Associazione denominata "Università dei Saperi" con sede in Fano.

 

Art.1 -  Denominazione

"Università dei Saperi Giulio Grimaldi".

Art.2 - Sede legale ed amministrativa

Fano,  Via Arco d'Augusto n.1 c/o Palazzo S.Michele

Art.3 - Motivazioni

Intende divenire proposta socio-culturale di una rete formata da Enti Locali, organizzazioni e associazioni culturali, di cittadinanza attiva e del volontariato, da club e centri sociali degli anziani, presenti ed operanti nell'ambito territoriale n° VI.

Promuove:

l'adesione verso tutte le persone d'età superiore ai 18 anni a prescindere dal grado d'istruzione, con particolare attenzione alle persone anziane;

la rete con tutte le realtà sociali e culturali interessate;

la collaborazione con altri Enti;

Vuole offrire strumenti culturali orientati verso:

la promozione del diritto all'informazione ed alla conoscenza;

la promozione del protagonismo generazionale;

il recupero della memoria storica al fine di stabilire rapporti solidali tra le generazioni;

valorizzazione e la conoscenza delle culture del mondo;

lo sviluppo degli aspetti di reciprocità culturale;

la formazione permanente.

L'Università dei Saperi si pone, inoltre, l'obiettivo di promuovere la crescita della cittadinanza attiva, attraverso il recupero di un rapporto costante tra i cittadini e la comunità locale, contribuendo così allo sviluppo ed al rinnovamento dello stato sociale a livello locale.

L'attività dell'Università dei Saperi è rivolta unicamente ai soci.

 

Art.4 - Durata anno sociale

L'anno sociale dell'Associazione Università dei Saperi "G. Grimaldi" coincide con l'anno accademico e dunque parte dal 1 settembre e si conclude il 30 agosto dell'anno successivo.

 

Art.5 - Scopi e finalità

L'Università dei Saperi è un'associazione culturale senza scopo di lucro.

Oltre alla programmazione di corsi di studio e di laboratori didattici, al fine di realizzare quanto previsto nelle motivazioni contenute nell'art.3 del presente Statuto, l'Università dei saperi potrà:

organizzare convegni, seminari, dibattiti ed altre occasioni di confronto culturale, sociale, economico, politico ed istituzionale;

promuovere studi e ricerche;

contribuire alla promozione culturale degli iscritti;

curare la redazione e la divulgazione di pubblicazioni a carattere informativo rientranti nelle motivazioni sopra riportate;

stabilire rapporti, utilizzando anche la norma della convenzione con enti pubblici o privati, locali, regionali, nazionali ed europei finalizzate all'adozione di iniziative idonee e a promuovere attività culturali nei confronti delle persone anziane e dalla promozione della cittadinanza attiva e dell'educazione permanente.

L'Associazione intende estendere la propria attività all'interno del territorio dell'Ambito VI, nonché a livello interambito.

 

Art.6 - Soci fondatori

L'"Università dei Saperi"  è costituita dai soci fondatori che hanno partecipato all'atto costitutivo, dai soci onorari, dai soci sostenitori e dagli associati.

 

Art. 6 bis - Soci onorari

Sono soci onorari tutti coloro che, nati o residenti nel Comune di Fano o nel Territorio dell'ambito operativo dell'associazione, in virtù di particolari meriti o riconoscimenti ottenuti nell'ambito culturale, istituzionale o scientifico, il Comitato di Gestione riterrà di nominare tali.

 

Art.7 - Soci sostenitori

Sono soci sostenitori tutti coloro che in rappresentanza di enti locali, associazioni culturali, di volontariato, di cittadinanza attiva ecc.pagano la quota stabilita dal comitato di gestione a carico delle stesse, o elargiscono sovvenzioni in denaro, in strumenti, o in strutture utili al buon funzionamento ed alla buona gestione dell'Università dei Saperi. Si mantiene la qualifica di soci sostenitori a condizione che annualmente siano in regola con il versamento delle quote previste.

 

Art.8 - Associati

Possono essere componenti dell'Università dei Saperi, oltre i soci fondatori e sostenitori, le persone che ne faranno richiesta, compresi i docenti dei corsi, previo versamento della quota associativa annuale. L'associato moroso o che abbia un comportamento lesivo degli interessi, delle finalità o del buon nome dell'Università dei saperi, può essere escluso con decisione del comitato di gestione, adottata a maggioranza dei due terzi dei presenti. Contro tale decisione è prevista la possibilità di ricorrere al collegio dei garanti.

L'associato ha facoltà di recedere dall'Associazione, previa comunicazione al Presidente, tramite lettere Raccomandata con R.R.

 

Art.9 - Enti di Patrocinio

Sono Enti di Patrocinio i Comuni dell'ambito sociale VI, gli Enti Pubblici, le Associazioni, e le Aziende Private che riconoscono nell'"Università dei Saperi" un loro strumento di intervento socio culturale e che si impegnano a sostenerlo annualmente.

 

Art.10 - Organismi

Gli organismi dell'Università sono:

Assemblea dei Soci

Comitato di Gestione

Presidente

Ufficio di Presidenza

Comitato Didattico-Scientifico

Collegio dei Sindaci revisori

Collegio dei Garanti

 

Art.11 - Assemblea dei soci

L'assemblea dei soci è costituita dai soci fondatori, sostenitori e dagli associati al 31 dicembre di ogni anno in regola con il versamento delle quote previste ed ha i seguenti compiti:

eleggere il comitato di gestione;

eleggere il collegio dei revisori dei conti;

approvare i bilanci consuntivi e preventivi;

approvare il programma delle attività didattiche.

L'assemblea è convocata in via ordinaria almeno una volta l'anno, ed in via straordinaria ogni volta che il comitato di gestione ( a maggioranza dei due terzi tra i presenti) lo ritenga necessario, oppure attraverso la richiesta di un terzo degli associati.

La convocazione dell'assemblea dei soci avviene tramite comunicazione da inviarsi tramite lettera, e-mail o fax, ovvero con avviso affisso nella sala sociale almeno quindici giorni prima della data di svolgimento.

L'assemblea sarà validamente costituita in prima convocazione quando vi parteciperanno il 50% più uno dei soci, e in seconda convocazione qualunque sia il numero degli associati presenti. Le delibere saranno valide a maggioranza dei presenti, fatte eccezione per quelle di carattere straordinario per le quali sarà richiesta la maggioranza qualificata dei due terzi. Ogni associato ha diritto ad un voto.

 

Art.12 - Comitato di Gestione

Al comitato di gestione spetta l'amministrazione ordinaria e straordinaria dell'associazione. E' eletto ogni tre anni ed i suoi componenti sono rieleggibili al massimo per due volte consecutive. E' composto di un numero di 15 componenti così distribuiti:

4 rappresentanti dei Soci Fondatori, da loro stessi delegati;

5 eletti tra i soci sostenitori;

6 eletti dall'Assemblea dei Soci.

Il C. d. G. si riunisce su convocazione del Presidente, almeno tre volte l'anno e ogni qualvolta ne faccia richiesta almeno un terzo dei suoi componenti. In tale seconda ipotesi il Presidente è tenuto alla convocazione del C. d G. entro quindici giorni dalla richiesta.

Il C. di G. è validamente costituito con la presenza della maggioranza semplice dei presenti. Nelle votazioni palesi, in caso di parità, prevale il voto del Presidente.

Il C. di G. elegge:

il Presidente, il Vice presidente e l'ufficio di Presidenza;

il Direttore dell'Università;

il Comitato tecnico-scientifico;

il tesoriere.

Approva il regolamento dell'Università dei Saperi.

Determina l'ammontare della quota di iscrizione annuale per i soci e per i soci sostenitori.

Approva la restante attività dell'Università.

Sottopone all'approvazione dell'assemblea annuale dei soci i bilanci preventivi e consultivi ed il programma didattico annuale dei corsi.

I componenti del C.di G. che senza giustificato motivo si assentano tre volte consecutive dalle riunioni sono rimossi con decisione del C di G.

Il C. di G. nel corso della sua validità può sostituire per dimissioni o per decadenza fino ad un terzo dei suoi componenti.

 

Art.13 - Il Presidente

Ha la rappresentanza legale dell'Università nei confronti di terzi ed in eventuali giudizi. Resta in carica tre anni ed è rieleggibile per un solo altro mandato consecutivo.

E' eletto a maggioranza di voti tra i componenti il C.di G.

Convoca e presiede le riunioni dell'assemblea dei soci, del comitato di gestione, dell'ufficio di presidenza, garantisce l'esecuzione delle deliberazioni.

Sovrintende all'amministrazione dell'Università dei Saperi, avendo cura di convocare periodicamente il tesoriere per relazionare in merito allo stato della situazione finanziaria.

In caso di necessità, o urgenza, ha la facoltà di prendere decisioni autonome da sottoporre alla ratifica del C. di G. nella prima riunione successiva.

In caso di assenza o impedimento o cessazione, le relative funzioni saranno svolte dal Vice Presidente.

 

Art. 14 - Ufficio di Presidenza

E' composto dal presidente, dal vice presidente, dal direttore e da altri due componenti del comitato di gestione..

Si riunisce almeno una volta al mese per realizzare il programma delle attività deciso dall'assemblea dei soci e dal C. di G. Propone al C.di G. di prendere iniziative sociali, culturali, ricreative e progetti rientranti tra le motivazioni costituenti l'Università.

Assegna eventuali incarichi temporanei per la realizzazione dei progetti tra i componenti del C.di G. o al di fuori di esso.

Approva l'albo dei docenti e degli esperti.

Si avvale, nello svolgimento delle sue funzioni, di una segreteria che, per l'espletamento del proprio lavoro potrà essere regolata da un rapporto di collaborazione: in tale caso chi svolge il lavoro di segreteria non potrà ricoprire incarichi elettivi.

I lavori dell'ufficio di presidenza saranno oggetto di specifiche comunicazioni da portare al Comitato di Gestione.

 

Art.15 - Il Direttore dell'Università

Presiede il Comitato tecnico-scientifico e lo indirizza nella programmazione didattica.

Stabilisce il livello di compartecipazione dei soci al costo dei corsi, determina il compenso o il rimborso spese dei docenti dei corsi, raccordando la gestione dei corsi alla situazione economica dell'università. Predispone l'albo dei docenti.

Partecipa quale componente all'Ufficio di Presidenza ed è componente del C.di G.

Illustra il programma didattico all'assemblea annuale dei soci.

Dura in carica per la durata del C.di G.

 

Art.16 - Il Comitato Didattico - Scientifico

E' composto dal Direttore e dai docenti dei corsi.

Ha i seguenti compiti:

predisporre i corsi da attivare nell'anno accademico da sottoporre all'approvazione del C.di G.;

predisporre indagini conoscitive sui problemi di carattere didattico;

promuovere iniziative utili al miglioramento della didattica.

 

Art.17 - Tesoriere

Ha la responsabilità della corretta gestione dell'amministrazione e della buona tenuta dei libri contabili. Risponde del suo lavoro all'Ufficio di Presidenza. E' cointestatario insieme al Presidente del c.c. dove confluiranno tutte le risorse finanziarie provenienti dalle iscrizioni, dalle compartecipazioni, dalle sovvenzioni e in genere dalle attività che prevedono introiti e dal quale si preleveranno le risorse utili al buon funzionamento della gestione dell'Università dei Saperi.

 

Art.18 - Collegio dei Sindaci Revisori

Rimane in carica tre anni ed è composto da tre membri effettivi e due supplenti, nomina al suo interno il Presidente, ed ha i seguenti compiti:

- controllo delle operazioni e delle scritture contabili che deve essere verbalizzato;

- predisposizione di una relazione sugli aspetti contabili e finanziari in occasione dell'assemblea per l'approvazione del bilancio consuntivo.

Il Presidente dei Sindaci Revisori è invitato ai lavori del Comitato di Gestione.

I componenti il Collegio dei Sindaci revisori possono essere rieletti per un solo altro mandato consecutivo.

 

Art. 19 - Il Collegio dei Garanti

Rimane in carica tre anni ed è composto da tre membri effettivi e due supplenti, nomina al suo interno il Presidente.

Valuta i ricorsi dei soci su provvedimenti disciplinari presi dal Comitato di Gestione e decide di conseguenza senza ulteriori appelli.

Garantisce che le norme di partecipazione previste dal presente statuto siano sempre seguite attraverso una specifica relazione annuale da presentarsi al Comitato di Gestione.

Il Presidente del Collegio dei Garanti viene invitato ai lavori del Comitato di Gestione.

I componenti il Collegio dei Garanti possono essere rieletti per un solo altro mandato consecutivo.

 

Art. 20 - Albo dei docenti

E' costituito l'Albo dei Docenti che viene redatto su domanda degli interessati. Possono fare domanda professori universitari, insegnanti di ogni ordine, esperti, a prescindere dalla situazione di attività.

 

Art. 21 - Corsi e altre attività dell'Università

La partecipazione ai corsi è riservata agli iscritti, quella alle altre attività è decisa di volta in volta dall'Ufficio di Presidenza.

Per l' iscrizione ai corsi non sono richiesti titoli di studio.

Ogni anno il Comitato di Gestione stabilisce il numero minimo e massimo di iscritti per ciascun corso, le modalità di frequenza, la durata dei corsi e le sedi dei medesimi, su proposta del Comitato Tecnico-Scientifico.

Tutte le altre attività previste nelle motivazioni alla base del presente Statuto sono programmate dall'Ufficio di Presidenza.

 

Art. 22 - Attestati

L'Università dei Saperi rilascia ai corsisti diplomi di partecipazione (attestati di frequenza ).

 

Art. 23 - Scioglimento dell'Università

L'Università dei Saperi può essere sciolta su proposta del Comitato di Gestione e per tramite del Presidente.

La decisione spetterà all'assemblea dei soci, convocati per raccomandata R.R.,per essere valida la decisione deve vedere la partecipazione di almeno il 50% più uno dei soci, e registrare una maggioranza dei 2/3 tra i presenti.

Nel caso di scioglimento dell'Università, il patrimonio, pagati gli eventuali debiti, sarà devoluto ad iniziative che abbiano fini analoghi.

 

Art. 24 - Durata dell'Università

L'Università ha durata di tempo illimitato.

 

Art. 25 - Patrimonio dell'Associazione

Il patrimonio dell'associazione è formato:

1) dalle quote sociali

2) dai contributi dei soci sostenitori

3) dai contributi degli enti di patrocinio

4) da ogni altra eventuale entrata.

L'Università dei Saperi può ricevere contributi monetari e lasciti mobiliari e immobiliari che andranno a far parte del suo patrimonio.

 

Art. 26 - Modifiche dello Statuto

Al presente Statuto possono essere apportate modifiche dall'assemblea dei soci, appositamente convocata, con una decisione assunta a maggioranza tra i presenti.

 

Art. 27 - Valore legale dello Statuto

Il presente Statuto fa parte integrante dell'atto costitutivo dell'Università dei Saperi.

Per quanto non previsto dal presente Statuto valgono le disposizioni di legge del Codice Civile in materia di associazioni.

 

Art. 28 - Incarichi elettivi su base volontaria

Gli incarichi elettivi previsti dal presente Statuto sono tutti svolti inderogabilmente su base volontaria e gratuita.

 

F.to Marco Ferri

"    Franco Battistelli

"    Alberto Berardi

"    Bettitelli Silvana

"    Bizzarri Elvira

"    Anna Maria Brunori

"    De Benedittis Agostino

"    De Sanctis Luciano

"    Fulvi Rosetta

"    Maria Gambarara

"    Elisabetta Gabrielli

"    Gabriele Ghiandoni

"    Nello Maiorano

"    Maria Assunta Maiorano

"    Lorenza Mancini

"    Mancurti Guido

"    Lamberto Martelletti

"    Francesco Milesi

"    Adriana Mollaroli

"    Panarono Valter

"    Luciano Polverari

"    Giacomo Gabbianelli

"    Marino Serafini

"    Agostino Silvi

"    Paolo Talevi

"    Taus paolo

"    Hermes valentini

"    Claudio Giardini

"    Rosaria Izzo

"    Paola Fazi

"    Pacassoni Alfredo